(21) venerdì, Lug 27 2007 

Rogito

ergo sum.

Di te martedì, Giu 26 2007 

Di te ormai risuonano i miei sospiri.

Di te conosco i sentieri dell’anima.

Di te ho sete.

Di te prendo tutto, anche la parte più oscura.

Di te mi nutrirò.

Di te sono orgoglioso.

Di te sono amante, fratello, amico, padre, figlio.

Di te traccio disegni nell’aria.

Di te ho il profumo indelebile sulla pelle.

Di te vibra l’universo.

Di te amo i baci a bruciapelo.

Di te si colorano i miei giorni.

Se fossi lunedì, Apr 2 2007 

Se fossi un fiore tu saresti il mio profumo.

Se fossi un elefante tu saresti la mia prateria.

Se fossi foco arderei il mondo.

Se fossi l’acqua tu saresti il bicchiere.

Se fossi un pianoforte tu saresti i tasti neri.

Se fossi Garibaldi tu saresti Anita.

Se fossi un’albicocca tu saresti il sole che la fa arrossire.

Se fossi in ritardo tu non saresti ancora arrivata.

Se fossi una penna tu saresti l’inchiostro.

Se fossi un rapinatore tu saresti la banca.

Se fossi diverso ti avrei già conquistata.

Se davvero fossi diverso mi sarei già arreso.

Otto marzo giovedì, Mar 8 2007 


Contro la logica delle quote rosa.
Per una reale partecipazione politica delle donne.
Contro le discriminazioni in ambito lavorativo.
Per un paritario accesso delle donne nelle gerarchie aziendali.
Contro le restrizioni dei diritti umani alle donne.
Per una piena emancipazione delle donne.

Viva le donne! Viva la rivoluzione!

Due chiese mercoledì, Gen 24 2007 

Eppure il Vangelo è uno solo.

Buon viaggio, abbé Pierre. Grazie.

È inutile lunedì, Gen 22 2007 

È inutile che io mi arrabbi con te, tanto non faccio mai sul serio.

È inutile che le nubi velino la luna questa notte.
Conosco già il suo viso e lo rivedo in te.

È inutile far finta di niente.

È inutile che io mi allacci il cappotto. Ho ben altro che mi scalda.

È inutile che il vento mi spettini. Non mi pettino mai.

È inutile che mi guardi così. Non ci posso far nulla.

È inutile fingere di star sempre bene.

È inutile fingere di star sempre male.

È inutile fingere.

È inutile che io cerchi di contare i tuoi capelli.
La tua vicinanza mi confonde e perdo il conto.

v.e.n.t.i.q.u.a.t.t.r.o martedì, Gen 9 2007 

Nei miei sogni, a volte,
mi faccio sottile sottile
per abitare i tuoi pensieri.

Celodurismo digitale e cerebrale lunedì, Dic 18 2006 

Di duro, ormai, gli sono rimasti il dito medio e il cervello.

(20) lunedì, Dic 11 2006 

Pinochet più.

E’ desaparecido.

v.e.n.t.i giovedì, Nov 30 2006 

La tua forte fragilità
e il mio bisogno di starti accanto
si corrispondono come mare e cielo.

E mi piace, la sera, fermarmi
per ascoltare le tue parole.

Vorrei giovedì, Nov 23 2006 

Vorrei averti sempre con me, specie quando fa freddo
Vorrei che tu smettessi di sognare in bianco e nero
Vorrei poterti suonare come un violoncello

Vorrei starti ad ascoltare quando sei arrabbiata

Vorrei innamorarmi solo quando ne vale la pena
Vorrei convincermi del fatto che ne vale sempre la pena
Vorrei cantare il canto delle tue mani
Vorrei capire chi sei veramente
Vorrei assomigliarti di più
Vorrei recitarti tutte le poesie che non ho ancora scritto
Vorrei starti a guardare mentre dormi
Vorrei che i tuoi occhi fossero per me
Vorrei essere per te sole e luna, notte e giorno
Vorrei contare i tuoi capelli uno ad uno per poi stupirmi dell’immensità dell’universo
Vorrei consumarmi nella tua tenerezza

(Alejandro Senn)

Quando gli elefanti combattono venerdì, Nov 17 2006 

dal biglietto di auguri dei miei amici.

Grazie.

(19) martedì, Ott 24 2006 

In amore,

come nel lavoro,

è preferibile essere precari

che disoccupati.

(18) venerdì, Ott 6 2006 

Se gli spacciatori

di autostima

smettessero di vendere

la polverina bianca

Due di picche venerdì, Ott 6 2006 

Un cattivo presagio

incombe sul fine settimana.

Pagina successiva »