Lo spazio è mio e me lo tengo io. L’ultima sparata del cespuglietto della Casa Bianca: lo spazio è vietato a tutti i nemici degli Stati Uniti d’America. Il nostro caro presidente afferma: “Bisogna rafforzare la leadership spaziale della nazione, assicurare che le capacità nello spazio siano disponibili per gli obiettivi della sicurezza nazionale americana, della sicurezza interna e di politica estera e per fare in modo che operazioni americane nello spazio per difendere i nostri interessi non siano in alcun modo ostacolate”.
Il discorso non fa una grinza. Mi viene in mente Pierangelo Bertoli buonanima quando cantava:
E presto la chiave nascosta di nuovi segreti
così copriranno di fango persino i pianeti
vorranno inquinare le stelle la guerra tra i soli
i crimini contro la vita li chiamano errori.

Forse Bush vuole portare la democrazia anche a quei dispotici dei marziani! Mah!

Annunci