Milano è una città per bene. Una città tanto per bene che nel centro storico possiede delle aiuole recintate, dove i ricchi abitanti di Foro Buonaparte, Brera e simili portano i loro amici a quattro zampe motrici ad alleggerirsi di quel che avanza dei loro Super-Ciappi al fosforo (cani intelligenti sono). E fin qui…
A suddette aiuole corrisponde un signore arruolato per la raccolta del prodotto e uno strano aggeggio costruito all’uopo di acchiappare le cacche. La raccolta si svolge al mattino presto per non urtare la sensibilità dei signori proprietari dei cani.
Ora, è chiaro che si tratti di un lavoro vero e proprio. E’ vero che in quanto tale è espressione della dignità dell’uomo. E’ anche vero che detto signore è di provenienza extracomunitaria. Ma non getta tutto ciò una luce sinistra sul sovvertimento di tutti i valori?
Cos’avrebbe detto mio nonno se avesse visto questa situazione?

Annunci