Oggi c’è Mina con me, cam-mina con me, vagola con me, mi canta dentro: “sarà perché mi hai guardato come nessuno mi ha guardato mai, mi sento viva all’improvviso per te”. Urgenza d’amore, predisposizione alla primavera malgrado il tremendo scoppio dell’estate.

Voglia di fremere, desiderio di darsi. Ora e per sempre. Urgenza d’amare. Di desiderare, di conoscere.

Ingerisco i soliti 20 cc di bromuro associati a una buona bottiglia di Cannonau che, con questo caldo, farà il suo lavoro.

Il santo bevitore, il salto incantatore, il sarto ricamatore, il solito rimatore, lo stolido rematore.

Chiudo gli occhi, li riapro. Sono ancora qui.

Urgenza d’amore. Florilegio di emozioni mi affolla gli occhi. Tenere gemme verdi tempestano tutti i miei rami. Il ciclo della vita. Il mito della rinascita. La circolarità del tempo. L’orizzonte è incurvato. E così la verità. L’amore.

Oggi c’è Mina con me.

Annunci