ANIMA INTRAVISTA

Pensavo che tu fossi la mia stella
e invece sto parlando e non mi senti.
Respiri, ma il respiro ti si incaglia nel
profondo della gonna senza spacco.

Anima intravista tu sei
sei il suono dei respiri che…
corpo della donna mia
io ti prendo e ti porto via.

Le gambe tue son scale di bottiglie
che al cielo stan diritte come strade di
paesi sconfinati di felicità
la bocca tua selvaggia come il mare.

Anima intravista tu sei
sei il suono dei respiri che…
corpo della donna mia
io ti prendo per portarti via.

E’ il testo di una canzone che scrissi due o tre anni fa. Peccato non potervela far sentire… a me piace.

Annunci