Nella nebbia m’ignoravi,
io che avevo già contato,
a tre a tre,
i capelli del tuo capo

e già bramavo di
insinuarvi la bocca
e sospiri di bosco,
d’afa, d’oblio.

Annunci